COMUNICATO 05_Conferenza stampa

_________________________________________________

CONFERENZA STAMPA

Giovedì 23 giugno, ore 11.00

Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo

__________________________________________________

 

Al via LA GHISALLO, la ciclostorica della Lombardia.

Il 2 e 3 luglio 2016 andrà in scena la prima edizione della Ciclostorica  “La Ghisallo”.

“La Ghisallo” nasce dalla volontà di creare una diversa pedalata non competitiva in stile che, nella più totale atmosfera vintage, permetterà di percorrere il territorio lombardo attraverso un percorso che collegherà due luoghi simbolo del ciclismo: il Velodromo Vigorelli di Milano, teatro di grandi record mondiali ed il Colle del Ghisallo a Magreglio, scenario di numerose imprese epiche, nonché luogo sacro e di riferimento per tutti gli amanti del ciclismo per la presenza del Santuario della Madonna protettrice dei ciclisti ed il Museo del Ciclismo, e che, per i più appassionati, permetterà di scalare anche il Muro di Sormano in modo inedito.

 

Programma

Sabato 2 luglio 2016.

LA GHISALLO non è solo una manifestazione sportiva. E’ un EVENTO.

Dalle 9.00 di sabato 2 luglio, apre il mercatino Vintage, allestito sull’area del Piazzale del Santuario Madonna del Ghisallo.

Fantastici i  momenti di gioco per i bambini, allestiti proprio nell’area del bosco adiacente l’area espositiva.

 

Ore 14.30:  organizzato il raduno dei partecipanti, è prevista la partenza per Sormano, 30 minuti di pedalata fino all’attacco  della salita “commemorativa” sul mitico Muro.

Sarà un momento emozionante:  ad aspettare i Ghisallini, un ospite molto speciale, Imerio Massignan, il mito di quella impresa del ’61.

 Alle 18.00 circa, si riparte per Magreglio – Madonna del Ghisallo.

Ore 20.00: il Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo apre le porte ad un apericena, un incontro fatto di gusto, di musica e di ricordi.

Previste visite guidate con ospiti davvero speciali che anticipano la cerimonia del conferimento ufficiale a Massignan della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Sormano.

Il red-carpet dei ricordi si completa con Mery Cressari, la record-girl della rivincita femminile sul parquet del Vigorelli.

Alle 21,00 di sabato va in scena una bella ora: la lotteria de LA GHISALLO assegnerà al  1° estratto un prezioso orologio da polso. Uno ZENITH, lo stesso modello è esposto al MoMA di New York. Ma l’intero monte premi sarà di grande soddisfazione.

 Dalle 21.30 apre il teatro: il tabellone prevede un simpatico intrattenimento scritto, sceneggiato e interpretato dalla premiata Compagnia “Al ladro” (Berti, Vettorato, Zauli).

 

Domenica 3 luglio 2016.

Il grande giorno scatta alle 8.00.  Da Milano con partenza dei ciclisti dal Velodromo Vigorelli/Maspes, madrina Mary Cressari.

Due percorsi, un corto da 30 km, un lungo da 110 km con passaggio lungo la Ciclovia del Lago.

Lecco attenderà i partecipanti in modo speciale. Nell’arco della mattinata  è prevista una sfilata per le vie del centro con biciclo condotto da Mario Labadessa ed una gara di sprint, con arrivo in Piazza Garibaldi, dove cronaca della pedalata ed interviste ai testimonial di questa edizione, Imerio Massignan e Mary Cressari  faranno da sottofondo all’arrivo dei ciclostorici.

I ciclostorici amano i generi di conforto. Con LA GHISALLO sono accontentati.

Ecco in rapida successione le soste previste: Gorgonzola, Trezzo, Imbersago, Lecco, Valbrona.

Il Colle del Ghisallo, intorno alle 15.30, prevede l’arrivo dei primi con un pasta party.

 

E siccome a LA GHISALLO si partecipa per lo spirito e per l’anima, alle 16.30 una Santa Messa anticipa la Benedizione delle biciclette.

Non mancherà il podio, le premiazioni, i riconoscimenti.

Anche a LA GHISALLO si fa così.

 

Un doveroso pro-memoria da Magreglio.

Perchè anche domenica,  alle 9.00 ri-apre il mercatino Vintage.

Riprendono gli eventi a tema ed i momenti di gioco per i bambini per tutta la giornata.

Al Museo del Ciclismo-Madonna del Ghisallo sono disponibili visite guidate,  in attesa dell’arrivo dei partecipanti alla Ciclostorica.

Ancora spettacolo e intrattenimento: folclore e presentazione dei vecchi mestieri, ben interpretati dal Gruppo Contadini della Brianza.

Da non perdere.

 

 

FacebookTwitterCondividi

Commenti chiusi